I PFAS sono molecole diffusissime per le loro proprietà di resistenza e impermeabilità all’acqua e ai grassi. Sono anche chiamati “forever chemicals”, inquinanti eterni, per la caratteristica di non degradarsi e restare per sempre nell’ambiente dove sono dispersi o negli esseri viventi che ne vengono contaminati. Alcune di queste sostanze chimiche appartenenti alla famiglia dei PFAS sono considerate dall’Agenzia internazionale per la ricerca sul cancro altamente cancerogene e rappresentano un rischio reale per la saluta umana.

In Italia la loro presenza è molto più diffusa di quanto si pensasse, almeno secondo l’ultima inchiesta di Greenpeace basata su dati Ispra raccolti tra il 2019 e il 2022. Le indagini, effettuate in fiumi, laghi e acque sotterranee, dimostrano che la contaminazione da PFAS è presente nel 17% dei campioni controllati. Per Giuseppe Ungherese, responsabile della campagna inquinamento di Greenpeace Italia, si tratta di un’emergenza nazionale.

 

Ascolta questa e altre notizie nella nuova puntata del podcast di Materia Rinnovabile: 5 Notizie Circolari

 

 

Immagine: Envato

 

© riproduzione riservata