Vista la crescente necessità di sviluppare energie locali a basse emissioni di carbonio, Veolia, leader nel settore delle bioenergie, Waga Energy, esperta globale nella produzione di gas naturale rinnovabile dalle discariche, e ENGIE, leader mondiale nell'energia e nei servizi a basse emissioni di carbonio, hanno creato una partnership senza precedenti nello sviluppo dell'industria del gas naturale rinnovabile (RNG) in Francia.

Dal 1° maggio 2024, Waga Energy vende a ENGIE il gas naturale rinnovabile prodotto in Francia centro-settentrionale, presso la Val Pôle di Veolia a Claye-Souilly, in base a un contratto di acquisto di biometano (BPA), senza ricorrere alla tariffa di alimentazione sovvenzionata dal governo francese.

“La firma di questo BPA di 13 anni con ENGIE è una novità assoluta in Francia”, ha dichiarato Mathieu Lefebvre, Amministratore Delegato di Waga Energy. “Le prestazioni della tecnologia WAGABOX® e la sua capacità di produrre RNG a prezzi competitivi in discariche di grande capacità come la Val Pôle di Veolia a Claye-Souilly, ci hanno permesso di concludere un accordo che crea valore per tutti i soggetti coinvolti nel progetto, senza ricorrere alla tariffa sovvenzionata dallo stato.” Il contratto, della durata di 13 anni, è infatti il più lungo BPA firmato in Francia fino a oggi, e ha permesso a Waga Energy di mantenere il finanziamento dell'unità di produzione di RNG attraverso un prestito a lungo termine delle banche CIC e Arkéa Banque Entreprises et Institutionnels.

L’accordo

Dal marzo 2022, Veolia fornisce a Waga Energy il biogas della discarica di Claye Souilly, nella regione dell'Île-de-France, per produrre gas naturale rinnovabile utilizzando la sua tecnologia brevettata WAGABOX®. Questo RNG è stato inizialmente venduto a ENGIE nell'ambito della tariffa di alimentazione sovvenzionata dal governo francese. Il 1° maggio 2024 è entrato invece in vigore un contratto di acquisto di biometano (BPA), che valuta il gas naturale rinnovabile a un prezzo superiore a quello sovvenzionato, per un periodo di 13 anni.

Grazie a questo accordo, ENGIE sarà in grado di commercializzare gas naturale rinnovabile non sovvenzionato ai propri clienti. Secondo quanto dichiarato dall’azienda, il valore verde di questo gas rinnovabile è sostenuto dalla rivendita dei certificati di Garanzia di Origine (GO) e di Proof of Sustainability (PoS) rilasciati nell'ambito della certificazione ISCC1. “La firma di questo nuovo BPA contribuisce all'obiettivo di ENGIE di fornire 30 TWh di RNG all'anno ai nostri clienti entro il 2030”, ha spiegato Miya Paolucci, membro del Global Energy Management & Sales Executive Committee di ENGIE.

Il sito Veolia di Claye Souilly ospita una delle più grandi unità di produzione di gas naturale rinnovabile in Francia, con una capacità annuale di 120 GWh all'anno, equivalente al consumo di circa 20.000 famiglie. La sua messa in funzione evita l'emissione di circa 20.000 tonnellate di CO₂ equivalente riducendo l'uso di gas naturale fossile. “Veolia è un attore chiave nella produzione di bioenergia, che produce già 1,6 terawattora di biogas da digestione anaerobica dei rifiuti solo in Franci”, ha dichiarato Estelle Brachlianoff, CEO di Veolia. “Grazie a questa partnership con Waga Energy ed ENGIE, stiamo contribuendo allo sviluppo di una vera e propria industria di produzione di gas verde a livello europeo, essenziale per la trasformazione ecologica.”

 

Immagine: Waga Energy

 

© riproduzione riservata