Mario Bonaccorso

Mario Bonaccorso è giornalista, fondatore del blog Il Bioeconomista.

Grazie a Covestro, le plastiche a base di CO2 ora entrano nell’industria automobilistica

Oltre a materassi, pavimentazioni sportive e fibre tessili, Covestro ha aperto un ulteriore campo di applicazione per l'utilizzo della CO2 nella produzione di materie plastiche. Le...

Accordo fra LanzaTech e Twelve per produrre il primo polipropilene al mondo da CO2

L'azienda di carbon transformation Twelve e l'azienda di biotecnologie LanzaTech hanno dato avvio a una partnership per trasformare le emissioni di CO2 in polipropilene, un polimer...

Tutti pazzi per l’ammoniaca verde

È l’ammoniaca verde la nuova chiave contro il cambiamento climatico. Gli esperti la considerano ottima sia come combustibile sia come fertilizzante e in prospettiva può contribuire...

Gli USA introducono il COMPOST Act, un passo avanti per la conservazione del suolo

Senza suolo non c'è agricoltura e senza agricoltura non c'è bioeconomia. Gli Stati Uniti celebrano l'introduzione del Cultivating Organic Matter through the Promotion of Sustainabl...

La Danimarca investe 11 miliardi nel primo impianto al mondo di ammoniaca verde

Il programma danese EUDP per lo sviluppo delle tecnologie energetiche ha assegnato 81 milioni di corone danesi (circa 11 miliardi di euro) al progetto ammoniaca verde gestito dai t...

Biocarburanti e raffinerie di petrolio: un dietrofront di Biden?

Secondo l'agenzia di stampa internazionale Reuters, l'amministrazione del presidente Joe Biden, sotto la pressione dei sindacati e dei senatori statunitensi anche dal suo stato nat...

La biomassa legnosa salverà il Pianeta

Primo: non bruciare. Secondo: ottieni il maggior valore aggiunto dal suo impiego. Sembrano semplici i principi che sono alla base dell’impiego della biomassa legnosa per sviluppare...

DOSSIER: La carta protagonista della bioeconomia sostenibile e circolare

In molti hanno dato la carta per spacciata, travolta dall’avvento del digitale e da una crescente sensibilità ambientalista che la considererebbe come una delle principali cause di...

La carta è economia circolare. Intervista a Cinzia Vezzosi

Cinzia Vezzosi è Presidente di EuRIC, la Confederazione europea delle imprese del riciclo cui aderiscono le Federazioni di 20 stati membri UE ed EFTA. EuRIC, che rappresenta circa ...

La carta è bioeconomia. Intervista a Ignazio Capuano

Ignazio Capuano è Amministratore delegato di Burgo Group Spa e Vice presidente di Assocarta, l’Associazione italiana fra gli industriali della carta, cartoni e paste per carta. Dal...

La via della carta in Italia. Intervista ad Amelio Cecchini

Amelio Cecchini è dal 2018 il Presidente di Comieco, il Consorzio nazionale recupero e riciclo degli imballaggi a base cellulosica operante nell’ambito del sistema Conai per la ges...

La carta è sostenibilità. Intervista a Lauri Hetemäki

 L’Istituto forestale europeo (www.efi.int) è un’organizzazione internazionale costituita da 29 paesi europei. Ha il proprio quartier generale a Joensuu, in Finlandia, e sedi dista...

Una bioeconomia che va a olio di palma

Abbondanza di materie prime (il controverso olio di palma su tutte) e un sistema pubblico che favorisce l’innovazione e l’attrazione degli investimenti. Sono questi i principali pu...

Bioeconomia in Usa

Abbondanza di materie prime rinnovabili a basso prezzo, un settore agricolo e forestale leader a livello mondiale, forte sostegno all’innovazione, grandi imprese con ricchi portafo...

Thailandia: una bioeconomia molto biotech

Abbondanza di materie prime, risorse umane altamente qualificate, un’industria petrolchimica con un peso rilevante e un governo che sostiene con convinzione il processo di decarbon...

Una bioeconomia a tutta energia

L’Australia è il sesto paese del mondo per estensione. Ricco di risorse naturali e trainato da uno spiccato dinamismo economico, il paese guidato dal primo ministro Scott John Morr...

Sostenibile e circolare: cosଠdeve essere per Bruxelles la bioeconomia

Phil Hogan   Carlos Moedas   “Un punto di svolta, una pietra miliare.” Così Carlos Moedas e Phil Hogan – Commissario europeo per la ...

La via per uscire dalla crisi

Circa 290 miliardi di euro. Tanto è costato il piano di salvataggio a favore della Grecia in questi ultimi otto anni. Ma per Atene sono stati soprattutto lacrime e sangue, dato che...

Dove oceano e foreste sono al centro della bioeconomia

La storia del Portogallo è fortemente connessa alla presenza dell’oceano Atlantico. Meraviglioso popolo di navigatori, i lusitani guardano anche oggi a quell’oceano per basare su d...

L'Irlanda è sempre più verde con la bioeconomia

Il verde è il colore dell’Irlanda. Motivi storici, culturali, geografici e persino religiosi sono alla base di questo binomio che sembra indissolubile. E il verde oggi esprime anch...

Il mercato delle bioplastiche cresce. Nonostante Bruxelles

La troviamo già nei sacchetti per la spesa, in molte parti delle automobili, nei giocattoli e nelle confezioni alimentari. È la bioplastica, ovvero quella plastica che non deriva p...

Una bioeconomia che va a bioetanolo

Abbondanza di biomassa non alimentare e di terra e risorse naturali disponibili, una biodiversità che ha pochi uguali nel mondo e un’industria chimica e biotecnologica che punta su...

Dal carbone alla biomassa

  La forte presenza dell’industria chimica (il sesto paese dell’Ue per fatturato, secondo l’associazione europea Cefic, e il primo al mondo su base pro capite), con grandi impiant...

Una intesa vincente

Horizon 2020, Bio-based Industries Joint Undertaking, Banca europea per gli investimenti, fondi strutturali europei, fondo europeo per gli investimenti strategici (Feis), banche pr...

Il futuro rinnovabile è già  qui

Un paese che ha l’ambizione di avere entro il 2030 una flotta di automobili circolanti non più alimentate da fonti fossili. Un’industria chimica nazionale che – entro lo stesso ann...

Un tesoro in fondo al mare

Una ricerca d’eccellenza capace di fare rete, l’assenza di grandi gruppi industriali, un’ampia disponibilità di materia prima, un settore marino fortemente sviluppato e un governo ...

La bioeconomia la nuova "force de frappe"

La Francia si è finalmente seduta al tavolo dei paesi europei con una strategia nazionale sulla bioeconomia. Annunciata nel giugno 2015 e presentata lo scorso 18 gennaio, Une Strat...

Ambizione sostenibile

Una necessità e un’opportunità. È ciò che rappresenta la bioeconomia per il governo spagnolo, che nel marzo 2016 – primo tra i grandi paesi del Mediterraneo – ha presentato la prop...

Rinascimento industriale

Alcune delle imprese leader a livello globale con impianti produttivi unici al mondo, una ricerca che resta a livelli eccellenti pur tra mille affanni (la spesa in ricerca e svilup...

Un successo trainato dall'innovazione

Può forse bastare il solo nome di Novozymes per descrivere compiutamente la bioeconomia danese. Il colosso biotech di Bagsværd, 12 chilometri a nord-ovest di Copenaghen, detiene il...

Il continente liquido

Un continente liquido. Così Fernand Braudel, celebre storico francese della scuola delle Annales, ha definito il Mediterraneo. Un continente fatto di acqua che bagna tre continenti...

Il Sud Italia riparte dalla chimica verde

Finanziamenti a fondo perduto che hanno spesso nutrito le clientele della classe politica meridionale e portato alla costruzione di cattedrali nel deserto, impianti senza alcuna re...

Dall'acero alle bioraffinerie

Con il patrocinio di:   Ampia disponibilità di materie prime rinnovabili, infrastrutture e supporto da parte delle istituzioni. Sono questi gli ingredienti che fanno del Cana...

Le carte vincenti della bioeconomia canadese

Jeff Passmore   Se la biomassa è un elemento essenziale per lo sviluppo della bioeconomia, il paese guidato dal primo ministro Justin Trudeau può rivendicar...

Il futuro parte dal legno

“Entro il 2030, abbiamo bisogno del 50% in più di cibo, del 45% in più di energia e del 30% in più di acqua. La soluzione è la bioeconomia.” Potrebbe essere sufficiente leggere l’a...

È ora di passare dalle parole ai fatti

Dalle parole ai fatti. È questa in sintesi la richiesta lanciata all’Unione europea dalla quarta Conferenza degli stakeholder della bioeconomia che si è tenuta a Utrecht, nei Paesi...

Una partenza in salita

Le copertine che illustrano questo dossier sono prototipi vincenti di un modello di comunicazione che non ha avuto eguali nel mondo. Grande inventore di trend e vetto...

Pole position per l'Olanda

Università e centri di ricerca d’eccellenza, grandi imprese e start-up innovative, cluster, impianti pilota, un sistema logistico di primissima qualità, l’agricoltura e la chimica ...

Sarà Berlino la capitale mondiale della bioeconomia?

Wachstum und Stabilität. È su questo binomio che si basa l’economia tedesca dai tempi della Repubblica di Weimar. Crescita e stabilità per un paese che da anni è ormai riconosciuto...

Le nuove frontiere della bioeconomy

Focus Germania     La Germania detiene una posizione leader a livello internazionale nell’avviamento della bioeconomia. Alla fine del 2010 il suo paese è stato uno tra i primi...

Il futuro dei mattoncini Lego è biobased

I mattoncini Lego del futuro saranno biobased. Il maggiore produttore al mondo di giocattoli ha deciso di investire nella ricerca, nello sviluppo e nell’implementazione di nuove ma...

Superare i limiti tecnologici, riconoscere i limiti delle risorse naturali

  “Essere in grado di vivere bene nel limite naturale è la grande sfida del nostro secolo, che richiede un cambio di modello di sviluppo. Occorre fare propria la cultura della p...

In 700 per la bioeconomia

  Promosso e organizzato da EuropaBio, l’associazione di rappresentanza in Europa dell’industria biotech e biobased, Efib, Forum europeo sul biotech industriale e la bioeconomia...

Bioeconomia: 1 euro investito oggi ne genera 10 nel 2025

Un euro investito nel 2010 genera un valore aggiunto di 10 euro nel 2025. Nello stesso arco di tempo 35.000 euro investiti in ricerca e innovazione creano un posto di lavoro a temp...

Come trasformare il vecchio divano in biocarburante

Vecchi mobili, divani, vestiti, pannolini e scontrini del bar. Sono rifiuti solidi urbani. Ne produciamo ogni anno nel mondo un miliardo e trecento milioni di tonnellate, secondo u...

La nuova chimica vale 80 mila miliardi di dollari

Partiamo dal suo libro, che è considerato una vera e propria Bibbia dagli addetti ai lavori. Ci aiuta a comprendere dove sta andando l’industria chimica mondiale? “L’industria chi...

La bioeconomia arriva nel frigo: il packaging è 100% biobased

Birra in bottiglie di legno, latte in cartoni prodotti con gli scarti della canna da zucchero, bibite in lattine di Pet rigorosamente da risorse biologiche. Il futuro del packaging...

L'Europa alla ricerca disperata di biomassa

La disponibilità della biomassa è la linfa vitale della bioeconomia. Essere capaci di prevedere i flussi diventa strategico per i governi e per l’industria. Nell’ultimo periodo si ...

La guerra per la biomassa

Ma ci sono scarti agricoli e rifiuti in grado di alimentare l’intera bioeconomia? La situazione che si va delineando a livello globale è molto intricata: da una parte la domanda di...

La bioeconomia in Italia vale 241 miliardi di euro

  Adesso sappiamo quanto vale la bioeconomia in Italia: 241 miliardi di euro e circa 1,6 milioni di occupati. A renderlo noto il Centro Studi di Intesa Sanpaolo, che ha condotto u...

La via europea alla bioeconomia passa dai cluster

Tramontato da tempo il mito della grande impresa del primo capitalismo, capace di governare internamente i processi di innovazione, dalle attività di ricerca di base alla commercia...