Enel Finance International N.V. (EFI), società finanziaria controllata da Enel S.p.A., ha lanciato sul mercato Eurobond un Sustainability-Linked Bond in due tranche rivolto agli investitori istituzionali per un totale di 1,75 miliardi di euro.

L’emissione, garantita da Enel, ha ricevuto richieste di oltre 3 volte superiori all’offerta, totalizzando ordini complessivi per circa 5,8 miliardi di euro e una significativa partecipazione di investitori socialmente responsabili (SRI). Si prevede che i proventi dell’emissione verranno utilizzati da EFI per rifinanziare l’ordinario fabbisogno del gruppo relativo al debito in scadenza.

In linea con il Piano Strategico 2024-2026, il nuovo Sustainability-Linked Bond contribuisce al raggiungimento degli obiettivi del Gruppo legati al rapporto tra le fonti di finanziamento sostenibili e l’indebitamento lordo totale del Gruppo stesso, fissato a circa il 70% nel 2026.

“L’esito del collocamento conferma la risposta positiva del mercato al Piano Strategico 2024-2026 e la sua attenzione alla disciplina finanziaria, volta a incrementare il rendimento del capitale investito e a migliorare il profilo creditizio della Società”, ha commentato Stefano De Angelis, CFO del Gruppo Enel. “Al fine di soddisfare il significativo interesse da parte degli investitori, l’ammontare del collocamento è stato aumentato rispetto all’importo iniziale. In coerenza con le priorità strategiche del gruppo, continueremo a lavorare incessantemente per raggiungere gli obiettivi finanziari e di riduzione delle emissioni di gas serra comunicati ai mercati, al fine di creare valore di lungo termine per tutti i nostri stakeholder.”

L’emissione in due tranche

La nuova emissione, che ha una durata media di circa 8 anni, presenta una cedola media del 3,66% ed è strutturata in due tranche. Prevede l’utilizzo di due Key Performance Indicators (KPI) di sostenibilità per ciascuna tranche, confermando l’impegno di Enel nella transizione energetica e contribuendo alla sostenibilità ambientale e finanziaria della strategia di sviluppo della Società.

Una prima da 750 milioni di euro a un tasso fisso di 3,375%, con data di regolamento fissata al 23 gennaio 2024, e scadenza al 23 luglio 2028. Il prezzo di emissione è fissato a 99,727% e il rendimento effettivo a scadenza è pari a 3,445%. Il tasso di interesse rimarrà invariato fino alla scadenza, subordinatamente al raggiungimento congiunto di alcuni Sustainability Performance Target (SPT).

Nello specifico: per il KPI collegato alla “Percentuale di CAPEX allineata alla tassonomia dell’UE (%)”, al raggiungimento di un SPT pari o superiore all’80% al 31 dicembre 2026 per il periodo 2024-2026. Per il KPI collegato all’“Intensità delle emissioni di GHG Scope 1 relative alla produzione di energia elettrica (gCO2eq/kWh)”, al raggiungimento di un SPT pari o inferiore a 125gCO2eq/kWh al 31 dicembre 2026. In caso di mancato raggiungimento di uno o entrambi gli SPT sopramenzionati, verrà applicato un meccanismo di step-up, aumentando il tasso di 25 bps, a decorrere dal primo periodo di interesse successivo alla pubblicazione della relativa relazione di assurance rilasciata da un verificatore esterno.

Una seconda tranche da 1.000 milioni di euro a un tasso fisso di 3,875%, con data di regolamento fissata al 23 gennaio 2024, e scadenza al 23 gennaio 2035. Il prezzo di emissione è fissato a 98,792% e il rendimento effettivo a scadenza è pari a 4,013%. Il tasso di interesse rimarrà invariato fino alla scadenza, subordinatamente al raggiungimento congiunto di alcuni SPT.

Nello specifico: per il KPI collegato all’“Intensità delle emissioni di GHG Scope 1 relative alla produzione di energia elettrica (gCO2eq/kWh)”, al raggiungimento di un SPT pari o inferiore a 72 gCO2eq/kWh al 31 dicembre 2030. Per il KPI collegato alla “Percentuale di capacità installata rinnovabile (%)”, al raggiungimento di un SPT pari o superiore all’80% al 31 dicembre 2030.

In caso di mancato raggiungimento di uno o entrambi gli SPT sopramenzionati, verrà applicato un meccanismo di step-up, aumentando il tasso di 25 bps, a decorrere dal primo periodo di interesse successivo alla pubblicazione della relativa relazione di assurance rilasciata da un verificatore esterno.

 

Leggi anche: SUSTAINABILITY-LINKED BOND: SOSTENIBILITÀ O GREENWASHING?

 

Immagine: veduta del parco eolico di Portoscuso (Italia), Enel

 

© riproduzione riservata