Tornano venerdì 23 ottobre, per il quattordicesimo appuntamento, le video-conferenze di Rete Ambiente. Dopo la discussione sui temi della ripresa economica, il ciclo di incontri online si apre ora a nuove tematiche, sempre legate a economia e ambiente, con incursioni in argomenti più tecnici, come la gestione dei rifiuti e la conversione energetica.
Venerdì 23 ottobre, in diretta streaming a partire dalle ore 15, si parlerà di bioeconomia, delle sue origini e della sua attuale evoluzione, prendendo spunto dal nuovo libro di Mario Bonaccorso, “L’uomo che inventò la bioeconomia”.
“Come dimostra il meraviglioso processo della fotosintesi, l’agricoltura è chimica e la chimica verde è la prossima rivoluzione che si svilupperà in modo esponenziale”, scriveva Raul Gardini nel 1987, prefigurando, con le sue intuizioni rivoluzionarie, la nascita della bioeconomia in Italia e in Europa.
Trent’anni dopo la bioeconomia – quella parte dell’economia circolare che usa risorse biologiche rinnovabili dalla terra e dal mare, in sostituzione dei prodotti chimici più nocivi per la produzione industriale, energetica e alimentare – rappresenta un’opportunità straordinaria per superare il modello lineare di sviluppo e produzione in favore di un'economia rigenerativa e sostenibile.
Di Raul Gardini, della visione della chimica verde e della sua attuale evoluzione si parlerà dunque attraverso le testimonianze di alcuni dei protagonisti di questa rivoluzione.

Moderati da
Edoardo Croci dell'Università Bocconi, interverranno: Catia Bastioli, AD di Novamont; Stefano Ciafani, presidente di Legambiente; Marco Fortis, economista dell'Università Cattolica; Mario Bonaccorso, autore del volume su Raul Gardini.

L'incontro si potrà seguire in diretta streaming, dalle 15.00, sulla pagina facebook di Edizioni Ambiente oppure attraverso questo link.
L’intero dibattito, così come tutte le Conferenze di Rete Ambiente, si potrà poi rivedere sul sito dedicato