Torna a New York, dal 2 all’8 maggio 2022, la Circular City Week, il più grande festival dell’economia circolare negli Stati Uniti.
Gli eventi, sia dal vivo che online, vedranno la partecipazione di circa 80 relatori da tutto il mondo e affronteranno ogni aspetto della circolarità declinato nel contesto urbano.

Tutto sull’economia circolare delle città

Alla sua quarta edizione, la Circular City Week di New York si presenta come un festival collaborativo, che raccoglie interventi istituzionali e contributi dalla società civile, dalle aziende e dalle associazioni.
L’iniziativa, spiegano gli organizzatori, è resa possibile proprio grazie al coinvolgimento di 245 organizzazioni impegnate nella transizione circolare e nell’innovazione sostenibile.
Per tutta la settimana sarà possibile seguire in remoto o in presenza (se siete a New York!) decine di eventi, incontri e workshop gratuiti praticamente su ogni aspetto dell’economia circolare applicata alle città: gestione dei rifiuti, riciclo, riuso, rigenerazione del suolo urbano, design degli spazi e dei processi, riparazione e manutenzione, lotta allo spreco alimentare, gestione di scarti tessili, mobilità sostenibile.

Da New York al mondo

Paese ospite di questa edizione è la Danimarca, da dove arrivano i tre main sponsor - Danish Cleantech Hub, State of Green e Confederation of Danish Industry – e una serie di casi studio, buone pratiche e soluzioni innovative esposte nel Danish Circular Design Showroom e nel Nordic Circular Space.
Esperienze interessanti arrivano tuttavia da ogni parte del mondo e fra le più notevoli c’è la scommessa della transizione circolare di Città del Messico e la grande sfida del Ghana, che sta cercando di integrare un sistema di logistica circolare con l’economia informale dei waste pickers cresciuta attorno alla mega discarica di Accra.

Per iscrizioni e dettagli sul programma, consultare il sito della Circular City Week.

Immagine: New York, ph Colton Duke (Unsplash)