È un patto tra l’agricoltura e la chimica, tra il territorio e i mercati globali, tra le ragioni dell’ambiente e quelle della produzione. Un patto, non un compromesso perché la sfida di Matrìca, la joint venture tra Versalis (gruppo Eni) e Novamont (leader nel mercato delle bioplastiche) rovescia la prospettiva di buona parte dell’industrializzazione del dopoguerra (più lavoro, meno tutela del paesaggio e dell’ambiente) proponendo una logica opposta: l’individuazione di una filiera pensata in una logica ecosistemica, cioè in una logica in cui – come in natura – ogni parte trae un vantaggio dall’interazione. In termini economici si chiama prospettiva win-win.    Silybum marianum, Prof. Dr. Otto Wilhelm Thomé Flora von Deutschland, Österreich und der Sc...