Legna da ardere o, per dirla con termini più tecnici, biomasse legnose per produrre energia. Nel campo delle energie rinnovabili e delle soluzioni per mitigare la crisi climatica è uno degli argomenti più aspramente dibattuti, sia a livello scientifico che politico-culturale. Puntare sulle biomasse legnose come fonte di energia è un’opportunità per contrastare il cambiamento climatico o si rischia di generare altri problemi?
Per fare un po’ di chiarezza sulla questione e mettere sulla bilancia i pro e i contro, Sisef - Società Italiana di Selvicoltura ed Ecologia Forestale, in collaborazione con l’Istituto per la Bioeconomia del CNR, ha organizzato una conferenza online giovedì 25 febbraio, raccogliendo esponenti del mondo scientifico, Ong e stakeholder e del settore. Il webinar, intitolato “Biomasse legnose: opportunità o problema per la mitigazione della crisi climatica?”, si terrà dalle ore 16 alle 18,30, è gratuito ma è necessario iscriversi entro il 23 febbraio al link dedicato.

Biomasse e clima: una questione controversa

Le biomasse legnose rappresentano attualmente la più importante fonte di energia rinnovabile nell’Unione Europea. In Italia in particolare rappresentano una risorsa indispensabile per raggiungere il target europeo del 32% di fonti rinnovabili al 2030.
Ci sono però molte
voci contrarie all’inserimento delle biomasse nella categoria delle fonti rinnovabili. Le maggiori obiezioni riguardano il taglio del bosco (quando la biomassa non proviene da scarti della filiera del legno) e le emissioni di polveri sottili dovute alla combustione della legna.
Il webinar organizzato da Sisef si propone allora di mettere attorno a un tavolo le varie parti per provare a discutere in modo obiettivo, seguendo le modalità di una corretta informazione scientifica.

Il programma della conferenza

Al tavolo dei relatori sono invitati alcuni tra i più importanti portatori di interesse del settore biomasse legnose, dall’Associazione dei produttori di energia da biomasse alle più importanti associazioni ambientaliste italiane.
Si comincia alle 16 con un webinar di inquadramento scientifico moderato da Renzo Motta di Sisef, durante il quale ogni relatore esporrà un argomento. Nell’ordine:
Giorgio Matteucci (CNR IBE) - Gestione forestale e ciclo del carbonio
Giacomo Grassi (EU JRC) - Uso energetico delle biomasse e cambiamenti climatici nel quadro delle politiche europee
Davide Pettenella (Università di Padova) - Uno sguardo alla situazione italiana
Ernesto Taurino (ISPRA) - Emissioni in atmosfera dalla combustione di biomasse solide
Alice Favero (Georgia Tech – Atlanta, USA) - Gli effetti della domanda di biomassa sui diversi servizi ecosistemici delle foreste a livello globale
A seguire, una tavola rotonda moderata da Emanuele Bompan (direttore di Materia Rinnovabile), a cui interverranno: Antonio Brunori (PEFC Italia), Diego Florian (FSC Italia), Marino Berton (AIEL – Associazione italiana Energie Agroforestali), Antonio Nicoletti (Legambiente), Marco Corgnati (Regione Piemonte), Gaetano Benedetto (WWF Italia), Marco Bussone (UNCEM). Infine, Alessandra Stefani del MiPAAF – Direzione Generale Economia Montana e Foreste trarrà le conclusioni della conferenza.