Energia, innovazione, trasporti e nuovi modelli di turismo sostenibile e business travel. Sono questi i temi centrali di cui si occuperà la prima edizione di Geco, la fiera virtuale sulla sostenibilità di cui Materia Rinnovabile è media-partner e che, dal 28 al 30 gennaio 2021, raccoglierà e metterà a confronto alcune delle voci green più autorevoli del panorama istituzionale italiano, insieme a storie d’impresa e buone pratiche innovative da tutto il mondo. Una tre giorni online che sfrutterà la formula immersiva della realtà virtuale per offrire un’esperienza coinvolgente ai visitatori e una piattaforma di incontro e networking efficace per addetti ai lavori, aziende, espositori e buyer.

Dietro le quinte di Geco

Quest’anno alla sua prima edizione, Geco è organizzata sotto il patrocinio del Comune di Milano, con il contributo di MAZDA, l’adesione della Regione Veneto e la partnership, tra gli altri, del FAI, di Legambiente, Kyoto Club e l'Osservatorio Nazionale Sharing Mobility.
Dietro le quinte della fiera, c’è l’agenzia Smart Eventi che, in collaborazione con la piattaforma per eventi virtuali Hypersmarter, ha saputo trasformare l’ostacolo delle restrizioni dovute al Covid in un’opportunità per reinterpretare l’esperienza fieristica in una logica virtuale e sicura, realizzando la fiera più eco-friendly di sempre, coerentemente con il tema centrale dell’evento.
“L’obiettivo che ci siamo dati era consentire ad aziende ed enti di continuare a promuovere relazioni di business con una modalità di incontro innovativa. – spiega Daniele Capogna, executive manager e co-founder Smart Eventi – L’abbiamo fatto in una cornice che punta alla sensibilizzazione sui temi della sostenibilità, in un momento storico che ha chiaramente messo in luce i limiti del modello economico imperante, operando da anello di congiunzione tra l’opinione pubblica e gli attori del settore turistico, energetico e della mobilità che hanno a cuore il bene del pianeta.”

Come partecipare alla fiera virtuale Geco

Per accedere alla fiera è sufficiente registrarsi al link dedicato  
Una volta “entrati”, ci si ritroverà in una realtà immersiva e coinvolgente, con spazi e stand virtuali in tridimensione, presso i quali organizzare
appuntamenti con avatar personalizzati in 3D che potranno, come in un videogame, teletrasportarsi nell’area di interesse. Si potrà dialogare in modo interattivo con gli assistenti virtuali degli stand espositivi, tramite telefono oppure chat, mentre i buyer avranno la possibilità di fissare già al momento dell’iscrizione gli appuntamenti, così da organizzare al meglio i giorni di partecipazione alla fiera. Tra gli espositori confermati, Slowfood e Lifegate Energy, e numerosi enti internazionali, come l’Abu Dhabi Convention and Exhibition Bureau, Visit Finland e l’Ufficio Nazionale Israeliano del turismo-Go Israel.

Incontri, tavole rotonde e Smart Talk

Non solo stand di espositori. L’esperienza proposta da Geco sarà davvero a tutto tondo, con la possibilità di seguire dibattiti, tavole rotonde e video-talk su temi come la transizione energetica, i nuovi modelli di turismo, la rivoluzione dei trasporti, la protezione della biodiversità.
Interessante il ciclo di
brevi video-conferenze Smart Talk: un vero e proprio concorso attraverso cui l’organizzazione ha selezionato i video inviati da università, imprese, startup e Pubblica Amministrazione per illustrare soluzioni e progetti sulla sostenibilità e la biodiversità. I video selezionati, della durata di 3 minuti ciascuno, saranno visibili nei tre giorni della fiera e premiati con riconoscimenti e servizi messi in palio dai partner dell’evento.
Il ricco programma di incontri e
tavole rotonde, consultabile sul sito, prevede poi la partecipazioni di speaker italiani e internazionali dal mondo delle imprese e delle istituzioni. Fra gli altri: Roberto Pietrantonio, CEO Mazda Motor Italia; Nicole Hablé, Senior Advisor Affari Economici dell'Ambasciata Olandese in Italia; Francesco Petracchini, Direttore Consiglio Nazionale delle Ricerche; Michele Rumiz, Direttore Slow Food Travel; Massimo Ciuffini Coordinatore dell’Osservatorio Nazionale Sharing Mobility

La partnership con Materia Rinnovabile

Tra le tavole rotonde in programma, segnaliamo, il 28 gennaio alle ore 15, il dibattito “Call to Action: riqualificare e promuovere le destinazioni turistiche investendo su sostenibilità e biodiversità”, a cui prenderà parte Anna Re, responsabile Relazioni esterne di Rete Ambiente, presentando anche il numero 32 di Materia Rinnovabile dedicato al turismo sostenibile. Moderati da Olimpia Ponno, interverranno inoltre Francesco Petracchini, Michele Rumiz, Laura Favaretti e Riccardo Gini, che discuteranno di come la crisi attuale ci stia facendo riconsiderare il rapporto fra turismo e conservazione della biodiversità, cercando di rispondere ad alcune domande. Quanto siamo consapevoli che sostenibilità e biodiversità contribuiscono a rendere più attrattive e competitive tutte le nostre destinazioni? Quali iniziative per coinvolgere gli stakeholder turistici, istituzionali, politici, culturali, sociali a raggiungere gli obiettivi sostenibili dell’Agenda 2030? Quali sono 10 azioni prioritarie da trasformare in regole d’ingaggio, per affrontare e gestire in modo nuovo, più efficace le minacce alla biodiversità e per garantire la salute, il benessere dei turisti e degli abitanti delle destinazioni?