Abbondanza di biomassa non alimentare e di terra e risorse naturali disponibili, una biodiversità che ha pochi uguali nel mondo e un’industria chimica e biotecnologica che punta sull’innovazione, con il settore dei biocarburanti a rappresentare una vera e propria punta di diamante. Sono queste le caratteristiche principali della bioeconomia in Brasile, che fanno del paese sudamericano uno dei principali attori a livello globale in questo metasettore. Nonostante l’assenza di una strategia integrata sulla bioeconomia, dai primi anni settanta, quando fu necessario rispondere allo shock petrolifero, ad oggi il Brasile ha introdotto una serie di politiche che hanno promosso l’avvento del bioetanolo e, più recentemente, la conservazione e l’uso sostenibile della sua biodivers...