Nel solo 2018, 518 navi hanno raggiunto delle spiagge dell’India, del Bangladesh e del Pakistan, rappresentando più del 90% del tonnellaggio totale delle navi a fine vita smantellate complessivamente.(1) Secondo l’ong Shipbreaking Platform, un gruppo di organizzazioni che lavorano per migliorare le condizioni umane e ambientali nel settore del riciclo delle navi, su una flotta mondiale di oltre 50.000 navi – con un ciclo di vita medio che va dai 25 ai 30 anni – nel 2018 solo 744 sono state smantellate. Materiali preziosi come alluminio, argento e – naturalmente – acciaio che costituisce il 95% del peso di una nave(2)– vengono rivenduti, rilavorati o riciclati. Però durante questo processo, in assenza di un’adeguata gestione dei rifiuti pericolosi finiscono nell’ambiente...