L’Amazzonia brucia. Possiamo fare qualcosa. Entrambi messaggi veri che vanno però contestualizzati. I dati scientifici che riguardano gli incendi infatti sono stati spesso riportati in maniera inesatta: sia per quanto riguarda l’aumento percentuale della deforestazione amazzonica rispetto agli anni passati (non 80% ma 30-35%), sia per quanto riguarda il peso che la foresta amazzonica ha a livello globale nella produzione di ossigeno (meno del 10% e non 20% come è stato riportato più volte). Dati corretti aiutano a non cadere in sensazionalismi dannosi che vanno ad alimentare il clima di polarizzazione ricercato dai populismi moderni. Gli incendi vanno contestualizzati anche nel panorama sociale e geopolitico. Il presidente brasiliano Bolsonaro, infatti, sta portando ava...