I mercati cercano il valore, come gli utenti. Il problema è che si tratta di tipologie di valore diverse e contrapposte. Per i mercati il valore è quello economico, mentre gli utenti di un bene puntano a massimizzare la spesa con il valore d’uso. L’utilizzo nel tempo. Ai primordi dell’era industriale la dialettica tra produttore e consumatore era: il primo forniva un bene durevole nel tempo in cambio del valore. Il meccanismo s’inceppò con l’industrializzazione di massa che saturò all’inizio del Novecento i mercati, più ricchi e interessanti per l’economia. In alcuni settori, all’epoca, s’arrivò a quello che gli economisti chiamano mercato di saturazione, nel quale l’offerta di un bene è maggiore della domanda. Cosa che porta all’appiattimento della curva della crescita...