In un momento estremamente complesso per le materie plastiche in Europa – tra plasticTax e boom delle soluzioni plasticless – NextChem, società del Gruppo Maire Tecnimont, insieme alla sua controllata MyReplast Industries, hanno lanciato il marchio MyReplast per la tecnologia proprietaria di riciclo e upcycling della plastica e commercializzazione di prodotti come granuli e scaglie di polimeri riciclati.

Prodotti riciclati di qualità premium

MyReplast Upcycling è una tecnologia innovativa installata in un impianto pilota a Bedizzole (BS), gestito da MyReplast Industries, che combina il riciclo meccanico con il processo chimico. La capacità è di oltre 40.000 tonnellate annue, con un’efficienza di riciclo del 95% circa.
Questa tecnologia permette in modo flessibile di
produrre prodotti premium di qualità da rifiuti plastici rigidi post consumo, su misura e in base alle richieste dei clienti. Questi nuovi prodotti riciclati hanno caratteristiche chimico-fisiche e proprietà analoghe a quelle dei polimeri vergini di origine fossile.
Il portafoglio prodotti include varie tipologie di prodotti riciclati, in granuli e scaglie, come le famiglie polimeriche di polipropilene e polietilene. Ogni granulato aggregato MyReplast è formulato per soddisfare i requisiti tecnici specifici e gli standard di qualità richiesti; sono disponibili colori pre-formulati, in nero standard e in vari toni di grigio come base per ulteriore colorazione con master. Le scaglie MyReplast possono essere fornite in colori separati, per gruppi di colore o come mix multicolore, per essere usate direttamente per lo stampaggio di manufatti di grandi dimensioni, o in aggiunta al vergine come contenuto post-consumo nelle industrie di trasformazione o compounding.
“Il lancio del marchio MyReplast per la tecnologia di Upcycling dei rifiuti plastici e per i prodotti commerciali che da essa derivano rappresenta una fase nuova della nostra strategia di business nel settore dell’economia circolare”, dichiara Pierroberto Folgiero, CEO di NextChem. “Parliamo di industria del riciclo a tutti gli effetti, con prodotti frutto di una caratterizzazione accurata, uno sforzo di omogeneità e costanza qualitativa, un impegno nello sviluppo di proprietà che rispondono a caratteristiche estetiche e funzionali dei prodotti finali. Elementi fondamentali per il mercato del riciclato, che, dopo l’emergenza Covid, è certamente destinato a crescere”.

Il gruppo NextChem

NextChem, società del gruppo Maire Tecnimont fondata nel 2018, opera nel campo della chimica verde e delle tecnologie a supporto della transizione energetica. NextChem ha un portafoglio di circa 30 progetti tecnologici che includono tecnologie proprietarie, tecnologie licenziate in esclusiva, piattaforme di integrazione tecnologica, contratti di EPC. Ha un ruolo di partner e/o coordinatore in oltre 10 progetti internazionali di ricerca. La roadmap di NextChem si divide in tre aree di attività: Greening the Brown - tecnologie per la riduzione delle emissioni climalteranti e inquinanti di impianti tradizionali esistenti; Circular Economy - tecnologie per il riciclo dei rifiuti di plastica e di altri materiali di scarto; Green-Green - tecnologie che utilizzano materie prime vegetali o biologiche per la produzione di intermedi, bio-carburanti e bio-plastiche.