Ad Hannover, in Germania, hanno infatti sostituito la gomma naturale usata per i battistrada con un nuovo prodotto, estratto dal tarassaco (per la precisione dal tarassaco russo, Taraxacum kok-saghyz), non a caso ribattezzato “taraxagum”. Le nuove gomme, che la Continental dopo la fase sperimentale conta di immettere sul mercato entro i prossimi cinque-dieci anni, sono state sviluppate dall’Istituto Fraunhofer di biologia molecolare ed ecologia applicata insieme al centro di ricerca agricola Julius Kühn-Institut e all’Aeskulap GmbH, azienda specializzata nella ricerca e nella tecnologia medica. Per coltivare questa pianta, che già cresce spontanea in molte campagne, saranno messi a frutto i campi oggi inattivi delle regioni temperate un po’ di tutta Europa. Ma per q...