Un euro investito nel 2010 genera un valore aggiunto di 10 euro nel 2025. Nello stesso arco di tempo 35.000 euro investiti in ricerca e innovazione creano un posto di lavoro a tempo pieno. È questo l’impressionante potenziale di crescita offerto dalla bioeconomia all’Unione europea, secondo stime della Commissione rese pubbliche nel 2012 quando fu lanciata la strategia “Innovare per una crescita sostenibile: una bioeconomia per l’Europa”.  Messa così, la ricetta per la crescita economica dei prossimi decenni sembra banale: investire nella bioeconomia. Ma, per un’Unione europea ancora alle prese con la più pesante crisi economico-finanziaria della sua storia e con una politica di austerità che lascia pochi margini di manovra, il tema principale è trovare i denari da inv...