Durante un’intervista con il New York Times il 22 novembre, Donald Trump ha dichiarato: “il clima è un tema che tengo sotto osservazione. Sono aperto a ogni possibilità. Immagino ci sia una relazione tra il cambiamento del clima e l’uomo. Sono preoccupato, però, di quanto potrà costare alle nostre aziende”. Abilissimo a far marcia indietro sulle proprie stesse dichiarazioni – in campagna elettorale si era detto scettico sui cambiamenti climatici, pronto a bocciare l’accordo di Parigi sul riscaldamento globale e rilanciare il carbone – è difficile dire quali posizioni prenderà realmente il neo presidente quando siederà alla Casa Bianca. Materia Rinnovabile ha raccolto le prime reazioni alle affermazioni di Trump da parte di stakeholder e ambientalisti.  Alla recent...