Fridays For Future torna nelle piazze. Quelle virtuali e, dove possibile, anche quelle reali.
Al motto di
#NoMoreEmptyPromises - Non più vuote promesse, i ragazzi del movimento faranno sentire di nuovo la loro protesta venerdì 19 marzo, in una staffetta di eventi che farà il giro del mondo.
Certo ora, recita il comunicato ufficiale, “con la pandemia Covid-19, le azioni assumeranno forme diverse nei diversi luoghi, ma il loro appello contro le vuote promesse mira ad unire le persone al di là dei confini con l’unico obiettivo di un'azione immediata per il clima”.

Basta promesse a vuoto

Se la pandemia ha in gran parte dirottato l’attenzione dei media e della politica su una nuova emergenza, il nuovo sciopero per il clima arriva quasi come un grido a ricordare che il più grande pericolo per il genere umano è sempre lì, nonostante nessuno sembri più farci caso.
“I politici e le grandi aziende – scrive la sezione italiana di Fridays For Future - non perdono l’occasione per
fissare obiettivi di riduzione delle emissioni da raggiungere tra 20 o 30 anni, e per promettere che, in qualche lontano futuro, faranno qualcosa per contrastare la crisi climatica. Ma abbiamo bisogno di misure immediate e concrete in linea con la scienza e con il principio di giustizia climatica. Queste vuote promesse non servono a nulla, se non sono seguite da azioni immediate!”
“I fondi del Next Generation Eu – ricordano - devono essere investiti in politiche per azzerare le emissioni di gas serra, la causa della crisi climatica.” Per questo lo scorso aprile la sezione italiana del movimento ha lanciato il documento
“Ritorno al Futuro”, contenente una serie di proposte per una ripresa in linea con la giustizia climatica scritte insieme a scienziati, esperti e associazioni di tutta Italia.

Dirette streaming, social bombing e Tweetstorm: gli eventi dello sciopero per il clima in Italia

In programma venerdì 19 marzo ci sono azioni fisiche in alcune città, compatibilmente con le restrizioni per il Covid-19 e consultabili sulla mappa pubblicata sul sito di FFF. 
Il grosso della manifestazione si svolgerà tuttavia
online. Tra le 11,15 e le 12,00 si potrà seguire su Youtube l’incontro dal titolo "Non le persone in piazza, ma la piazza alle persone" con l’attore Roberto Mercadini e il chimico e divulgatore scientifico Vincenzo Balzani.
Alle 18,30 è invece in programma su
Zoom una diretta per tutta l’Italia con musica, discorsi e un’azione di Social Bombing e Tweetstorm.
Le istruzioni per partecipare alle azioni si trovano sui canali social (Telegram, Facebook, Instagram, Twitter) e sul sito di Fridays For Future Italia.