Valentina, 35 anni, bolognese, diploma di conservatorio in viola, è spesso in viaggio sia per lavoro come orchestrale, sia per passione. E “per risparmiare, ma soprattutto per sentirsi più a casa”, da anni si serve di Airbnb, il gigante internazionale dell’affitto temporaneo di case private tramite annunci pubblicati sul suo portale: simbolo rampante della sharing economy, l’economia della condivisione, del baratto, del prestito di beni, servizi e competenze tramite l’uso di piattaforme digitali e di app che su internet favoriscono l’incontro peer-to-peer tra domanda e offerta. L’ultimo soggiorno targato Airbnb di Valentina risale a inizio gennaio, a Istanbul, in un appartamento super-accessoriato nel quartiere storico-monumentale che ha condiviso con due amiche per app...