Chiacchierare di raccolta differenziata passeggiando di mattina presto per le stradine di Trastevere con Daniele Fortini – da Orbetello, classe 1955, da un anno e mezzo presidente e amministratore delegato dell’Ama Spa – è un’esperienza curiosa. La movida della notte precedente ha generato montagne di immondizia, cartacce, ma soprattutto bottigliette di vetro abbandonate un po’ dappertutto. I cestini portarifiuti di ghisa massiccia appaiono stracolmi; non sarebbe meglio fare come in altre città, mettendo delle ampie e pratiche buste trasparenti? “Magari! Noi ci abbiamo provato – commenta Fortini – ma la Sovrintendenza non ne ha voluto sapere”. E i commercianti si comportano bene? “Non me ne parli!”, alza gli occhi al cielo. Gli spazzini riconoscono il capoazienda,...