Pavan Sukhdev - Foto di Beatrice Törnros   Quanto valgono in termini monetari i servizi offerti dagli ecosistemi? Quanto valgono la pioggia, l’ossigeno, il clima, la biodiversità, “prestazioni” che le nostre economie utilizzano senza pagare alcun prezzo? E una volta stabilito il prezzo, chi deve farsene carico? Per Pavan Sukhdev sono le grandi aziende multinazionali a doversi porre il problema, per diventare i fondamentali driver di uno sviluppo che non depreda il pianeta e promuove una prosperità durevole e inclusiva.    “Banchiere buono” e “Banchiere della natura” sono due degli appellativi con cui viene presentata la figura di Pavan Sukhdev, l’economista che ha coordinato per conto dei paesi G8+5 e dell’Unep la ricerca conclusasi nel 2008 co...