Biomimetica e bioeconomia circolare, sono queste le direttrici lungo le quali sta accelerando l’innovazione cosmetica. A livello internazionale e in Italia, che da tempo rappresenta una bella fetta (60%) del mercato cosmetico al mondo, le attività di ricerca e sviluppo del settore sono volte a individuare i migliori ingredienti ed estratti, provenienti anche dagli scarti di altre produzioni, per garantire da un lato la massima efficacia e tollerabilità e dall’altro minori costi di produzione e ridotti impatti. Ma tutto ciò non è sufficiente per definire un prodotto cosmetico a basso impatto ambientale: la concreta sostenibilità dei processi e dei prodotti si ottiene solo dopo che ne è stato valutato l’intero ciclo di vita, individuando punti critici e possibili soluzio...