“Water, water, everywhere,/And all the boards did shrink;/Water, water, everywhere,/Nor any drop to drink” (“Acqua, acqua, ovunque,/ e tutto il tavolato della nave si rinsecchiva;/Acqua, acqua, ovunque,/e nemmeno una goccia da bere”). Samuel Taylor Coleridge scrisse queste righe alla fine del 18° secolo, ma ancora oggi suonano drammaticamente vere per molti paesi del mondo. Nonostante il pianeta sia letteralmente coperto di acqua, solo una minuscola porzione (quasi l’1%) è acqua dolce accessibile per l’utilizzo umano. La carenza idrica, che si verifica quando le richieste di tutti i settori (agricoltura, industria, usi domestici) non possono essere soddisfatte a causa di ristrettezze legate alla quantità o alla qualità dell’acqua, attualmente riguarda circa il 40% della...