Una rivoluzione che, per una volta, pone l’Italia all’avanguardia in Europa.  Su un tema che è quello su cui forse collezioniamo il numero più alto di infrazioni, anche molto costose come quelle sulle discariche: i rifiuti. Si trattava di poche righe che però forse meglio di tante parole e corposi disegni di legge, e senz’altro in controtendenza con le non-scelte di politica ambientale praticate in questi anni dai governi di ogni colore che si sono in Italia succeduti alla guida del paese, hanno determinato una normativa ambientale avanzata, un cambiamento nello stile di vita di tanti cittadini, il sostegno a un’innovazione tecnologica enviroment-friendly in grado di creare nuova occupazione e sostenere la riconversione industriale di un settore importante quale la chi...