L’articolo seguente è una breve sintesi dello studio “Le miniere urbane dell’alluminio” compiuto per CiAl – Consorzio imballaggi alluminio (in corso di pubblicazione).    Dopo la Germania l’Italia è il secondo produttore europeo di alluminio. Il nostro paese è inoltre al primo posto nella produzione di alluminio secondario, cioè da riciclo. Eppure le “miniere urbane” da rifiuti di alluminio sono ancora tutte da sfruttare. Storicamente la produzione italiana di alluminio è basata sui rottami e dal 2013 è unicamente produzione di alluminio secondario. Dei 1,15 milioni di tonnellate di lingotti prodotti quell’anno il 42% era alluminio secondario da remelters e il 58% alluminio secondario da refiners (con una alta componente di post-consumo). La produzione di semilavora...