Dalle parole ai fatti. È questa in sintesi la richiesta lanciata all’Unione europea dalla quarta Conferenza degli stakeholder della bioeconomia che si è tenuta a Utrecht, nei Paesi Bassi, il 12 e il 13 aprile, nella modernissima sede della Rabobank Nederland. Serve la politica, quella con la P maiuscola, capace di prendere subito decisioni anche scomode con un orizzonte di medio-lungo periodo, per affrontare il cambiamento climatico – la più grande minaccia che grava oggi sull’umanità – e favorire l’approdo a una società post-petrolifera. “Serve una vera leadership”, è scritto anche nell’introduzione del Manifesto che rappresenta il lascito di questa conferenza a beneficio della Commissione europea. Ma si sa, non è più il tempo di Adenauer, Schuman o De Gasperi. Lo sgua...