L’emergenza coronavirus e l’isolamento domestico hanno stravolto, negli ultimi due mesi, le abitudini degli italiani. E se mutano le consuetudini quotidiane, cambia inevitabilmente anche quello che finisce nella spazzatura. Sui rifiuti domestici in periodo di lockdown indaga allora il sondaggio realizzato dalla cooperativa Erica su un campione di quasi mille italiani.“Abbiamo condotto l’indagine principalmente attraverso i social network e whatsapp, chiedendo ai cittadini di rispondere ad alcune domande sulla loro percezione rispetto alle abitudini di consumo e alla produzione di rifiuti in questo periodo particolare”, spiega Roberto Cavallo della Cooperativa Erica. Le risposte sono arrivate in prevalenza dal Nord Italia e da residenti in comuni di media grandezza, tra ...