Materia Rinnovabile numero 16 / maggio-giugno

Le cose difficili da dire

di Federico Pedrocchi

Ho partecipato a una esperienza di coprogettazione, lavorando con colleghi che ne erano responsabili per gli aspetti di comunicazione interna ed esterna. Un progetto finanziato da Fondazione Cariplo: Crew. L’obiettivo: studiare degli strumenti per la disabilità e farlo mettendo insieme tutti i soggetti che hanno a che vedere con ogni singolo progetto. Ricercatori e ricercatrici, persone disabili, le loro associazioni, stakeholder come, in alcuni casi, gli insegnanti; decisori pubblici di istituzioni sanitarie. Ogni gruppo si è quindi messo al lavoro incrociando tutte le competenze fin dal primo minuto. L’approccio della coprogettazione cambia i risultati. 

È un approccio per nulla diffuso, ma che sta crescendo. C’è una sua versione spuria, che si potrebbe definire di “apertura” verso gli utilizzatori, che sono naturalmente i soggetti centrali per l’obiettivo finale. Nel nostro progetto erano i disabili. Spuria significa questo: c’è un team di ricerca che lavora sugli strumenti da produrre, che ha...

Per leggere gli articoli completi è necessario essere abbonati: acquista l'abbonamento qui
se sei già abbonato

Iscrizione alla Newsletter