Materia Rinnovabile numero 15 / marzo-aprile

La scienza in trincea

di Federico Pedrocchi

Poiché Materia Rinnovabile è una rivista ampiamente attraversata da tematiche scientifiche e tecnologiche, ho pensato che una mia recente esperienza negli Stati Uniti possa essere utile per avere una certa visione su cosa sta accadendo in questi pochi mesi trumpizzati. Sono stato al grande meeting della Aaas – American Association for the Advancement of Science. Ci vado spesso. Quest’anno l’incontro era a Boston, area nella quale la presenza della ricerca scientifica si nota anche nelle panetterie. Ma il meeting dell’Aaas è comunque un intervento che va oltre la sua location. Comprende un centinaio di seminari quotidiani, raccoglie migliaia di donne e uomini e che lavorano nella scienza, con un 70% provenienti dagli Stati Uniti e un 30% da tutto il mondo. Io conosco bene l’aria che si respira in questo appuntamento, e quella che ho respirato lo scorso febbraio era del tutto diversa.

Possiamo partire da varie scenette. La ricercatrice di origine cinese o giapponese che prima del suo speech, con il pollice e il medio di entrambe le mani cerca di allargarsi gli occhi per “truccarsi” da americana, con risate e applausi a seguire. Fisici indiani che “sono contento di essere a questo meeting del 2017 perché non so se l’anno prossimo...

Per leggere gli articoli completi è necessario essere abbonati: acquista l'abbonamento qui
se sei già abbonato

Iscrizione alla Newsletter