Materia Rinnovabile numero 15 / marzo-aprile

Water Resilience

di Emanuele Bompan

Sversamenti, guasti, fenomeni di innalzamento della falda e anche cyber-attacchi. Per gestire questi eventi l’Ue chiede di predisporre per le infrastrutture idriche vere strategie di resilienza. Tra i primi ad averlo fatto in Europa, il Gruppo Cap che ha già avviato un piano di sicurezza idrica per garantire acqua sana. Anche in presenza di scenari di rischio sempre più complessi. 

 

Negli scacchi non basta guardare alla prossima mossa, ma bisogna proiettarsi almeno quattro o cinque mosse più avanti. Significa prevenire anche le occorrenze più improbabili; creare una strategia resiliente, pronta ad assorbire gli shock e a reagire. 

Fino a oggi la fornitura idrica non ha mai operato secondo una strategia “da...

Per leggere gli articoli completi è necessario essere abbonati: acquista l'abbonamento qui
se sei già abbonato

Iscrizione alla Newsletter