Materia Rinnovabile numero 15 / marzo-aprile

Occorre allargare la mappa

di Roberto Coizet

Oggi sono neopensatori e guru a proporre la visione del futuro, mentre la politica sembra aver perso ogni capacità di progetto, spesso delegata a manager e imprese. In questo contesto l’editoria deve modificare il proprio tiro integrando nuovi strumenti. L’esempio del Centro Materia Rinnovabile che realizza progetti e strategie ambientali per imprese – o intere filiere industriali – e fornisce supporto nella valorizzazione dei flussi di rifiuti.

 

In una rivista che riserva una intera sezione alle policy, diventa doveroso, dopo più di due anni di vita, dedicare un piccolo approfondimento alle politiche culturali che vengono portate avanti dal gruppo di operatori che realizza, insieme a molte altre iniziative, la rivista stessa. 

Doveroso perché non si tratta di fare una sorta...

Per leggere gli articoli completi è necessario essere abbonati: acquista l'abbonamento qui
se sei già abbonato

Iscrizione alla Newsletter