Materia Rinnovabile numero 3 / aprile

Biocarburanti, il settore aereo prende il volo

di Emanuele Bompan

In fibrillazione il mondo dell’aviazione che non vede l’ora di tagliare le emissioni e dipingersi di verde. Ma serve una maggiore regolamentazione per evitare la competizione con risorse alimentari. Impiegando olio da jatropha, olio da cucina usato, alghe, scarti e residui agricoli si possono tagliare 35 milioni di tonnellate di emissioni di CO2.

Secondo la Iata, l’associazione internazionale dell’aviazione civile, il trasporto aereo nel 2014 ha emesso oltre 715 milioni di tonnellate di anidride carbonica (erano 689 nel 2012), circa il 2% del totale dei gas climalteranti. Una fetta non trascurabile. Ora, di fronte alle crescenti pressioni per ridurre le emissioni, le compagnie aeree stanno correndo ai ripari. Al...

Per leggere gli articoli completi è necessario essere abbonati: acquista l'abbonamento qui
se sei già abbonato

Iscrizione alla Newsletter