Materia Rinnovabile numero 3 / aprile

Si chiama Epr, rivoluzionerÓ la produzione

di Carlo Pesso

Tutto ha inizio nell’agosto del 1986, con l’adozione della legge Abfallgesetz per la riduzione e la gestione dei rifiuti, che conferì al governo federale tedesco il potere di regolare il flusso di prodotti e imballaggi per avviarli verso un trattamento “ambientalmente amichevole”. Il governo tedesco dapprima adottò un approccio volontario. Tuttavia, già il 7 maggio del 1987, quando Klaus Töpfer – membro dell’Unione Cristiano-Democratica del Cancelliere Helmut Kohl – diventò Ministro per l’ambiente, la salvaguardia della natura e la sicurezza nucleare, l’approccio volontario si era rivelato un enorme fallimento.

Giungere a una conclusione del genere è, specialmente in Germania, un fatto grave. Töpfer – economista di formazione – assunse l’incarico determinato ad applicare il principio “chi inquina paga”, ovvero il principio secondo il quale i costi dell’inquinamento devono essere sostenuti da chi l’ha causato. Molto...

Per leggere gli articoli completi ├Ę necessario essere abbonati: acquista l'abbonamento qui
se sei già abbonato

Iscrizione alla Newsletter