Materia Rinnovabile numero 3 / aprile

Un nuovo paradiso tra artificio e natura

Intervista a Michelangelo Pistoletto

a cura di Matteo Reale, intervista a Michelangelo Pistoletto

Michelangelo Pistoletto non è solo uno dei maggiori artisti contemporanei, ma un protagonista della riflessione del rapporto tra natura e cultura e della reinterpretazione dei materiali artificiali nella direzione di una trasformazione sostenibile della società. 

Ha attraversato da protagonista la stagione dell’Arte Concettuale e il movimento dell’Arte Povera degli anni Sessanta, interpretando una visione critica della società contemporanea. Uno dei suoi capolavori più noti, la Venere degli stracci (1967), riproduce una copia della Venere Callipigia, conservata al Museo Archeologico Nazionale di Napoli, che volge le spalle al pubblico davanti a una montagna di stracci.

Michelangelo Pistoletto, Venere degli stracci, 1967. Courtesy Cittadellarte - Fondazione Pistoletto, Biella Foto: Paolo Pellion

 

Per leggere gli articoli completi è necessario essere abbonati: acquista l'abbonamento qui
se sei già abbonato

Iscrizione alla Newsletter