Materia Rinnovabile numero 2 / gennaio - febbraio

Economia circolare: la Cina si prepara al prossimo salto

di Johnson Yeh

L’economia cinese è cresciuta in modo davvero rapido, generando una straordinaria ricchezza. Tra il 2000 e il 2013, il Pil nominale è aumentato di 7,5 volte. Tra il 2005 e il 2012, il reddito totale delle famiglie è quasi raddoppiato e si stima che triplicherà tra il 2012 e il 2030. Per quella data, oltre la metà delle famiglie urbane apparterrà alla classe medio-alta. Questa crescita repentina impone naturalmente una pressione elevata sulle risorse: per alimentarla, la Cina ha esigenze consistenti in termini di materie prime, acqua, energia e cibo, tra le altre cose.

Per rimediare alle conseguenze dovute all’approvvigionamento di tali risorse, ovvero prezzi elevati e volatilità, una possibilità è costituita dall’economia circolare, la cui adozione e pratica può disaccoppiare la crescita dalle esigenze in termini di risorse. Per esempio, rigenerare i prodotti, reinserire componenti funzionali e materiali...

Per leggere gli articoli completi è necessario essere abbonati: acquista l'abbonamento qui
se sei già abbonato

Iscrizione alla Newsletter