Materia Rinnovabile numero 2 / gennaio - febbraio

L'economia blu vale 500 miliardi

di Ilaria Nardello

Con la Strategia per la Crescita Blu (2012), la Commissione europea ha identificato il grande potenziale dei mari e degli oceani per contribuire al piano di lungo termine per una crescita intelligente, sostenibile e inclusiva. Secondo la Direzione generale degli affari marittimi e della pesca (DG Mare), l’economia blu rappresenta circa 5,4 milioni di posti di lavoro e genera un valore aggiunto lordo di circa 500 miliardi di euro l’anno.

La Commissione europea, con il uso studio “Crescita Blu” ha valutato che l’industria del mare genera tra il 3-5% del Pil europeo (27 paesi), con variazioni dall’1,2% dell’Irlanda (2007), al 4,2% della Gran Bretagna. L’obiettivo
è di raggiungere valori vicini al doppio di queste cifre, entro il 2020. Tuttavia, stime più precise sono...

Per leggere gli articoli completi è necessario essere abbonati: acquista l'abbonamento qui
se sei già abbonato

Iscrizione alla Newsletter