Materia Rinnovabile numero 18 / settembre-ottobre

La seconda vita dell'Expo

di Gloria Zavatta

Arredi, installazioni, cucine, piante, gadget. Oggetti di rappresentanza assieme a cestini per la raccolta differenziata. Migliaia di beni da ricollocare. Ecco come è stato gestito il più grande progetto pubblico di riuso in Italia.

 

Strano a dirsi ma il ciclo di vita dell’Expo 2015 non si è ancora concluso. Certo non riguarda più le centinaia di partecipanti (paesi, società civile e partner) e i milioni di visitatori, bensì “gli oggetti” che hanno permesso di vivere al semestre espositivo e che continueranno a farlo in altri contesti e per altre...

Per leggere gli articoli completi è necessario essere abbonati: acquista l'abbonamento qui
se sei già abbonato

Iscrizione alla Newsletter