Materia Rinnovabile numero 18 / settembre-ottobre

Sisma 2012: il modello Emilia-Romagna

di Silvia Zamboni

Focus edilizia

 

A distanza di un anno e mezzo dal terremoto era stato rimosso oltre il 90% delle 600.000 tonnellate di macerie. Un esempio di gestione eccellente basata sul lavoro di squadra, sul rispetto di una stringente tempistica e sulla rendicontazione delle attività. 

 

Mentre infuria la polemica per la mancata rimozione delle macerie nei Comuni dell’Italia centrale colpiti dal terremoto poco più di anno fa, c’è una Regione, l’Emilia-Romagna che, al contrario, ha dato prova di grande efficienza nella gestione delle macerie prodotte dalle scosse sismiche del 20 e 29 maggio 2012 in un’area compresa tra le provincie...

Per leggere gli articoli completi è necessario essere abbonati: acquista l'abbonamento qui
se sei già abbonato

Iscrizione alla Newsletter