Materia Rinnovabile numero 1 / novembre - dicembre

Il ritorno al mare del Portogallo

di Ilaria Nardello

Il territorio marino di competenza della giurisdizione nazionale portoghese è uno dei più grandi in Europa, diciotto volte le dimensioni della terra emersa del paese stesso. Tuttavia, negli ultimi trent’anni, il paese, forse distratto dalle opportunità delle politiche agricole comuni europee, ha trascurato l’enorme eredità economica e culturale derivante dal proprio passato di potenza marinara. Un rinnovato interesse per le risorse marine è prepotentemente riemerso all’attenzione del governo portoghese solo di recente. 

Nella scia della più grande crisi economica moderna, che ha portato il Pil del paese dalla vetta di 252 miliardi di dollari americani nel 2008, a 212,5 miliardi nel 2013, il governo del Portogallo ha aggiornato e ribadito i suoi propositi di esplorazione del mare, per una concreta opportunità di innovazione e sviluppo. Inspirata dalla direttiva quadro sulla Strategia per...

Per leggere gli articoli completi è necessario essere abbonati: acquista l'abbonamento qui
se sei già abbonato