Materia Rinnovabile numero 16 / maggio-giugno

Jeans da affittare

di Antonella Ilaria Totaro

Focus moda

 

Nuovi materiali e modelli di business, progettazione innovativa e sostenibile e costanti investimenti in ricerca e sviluppo possono togliere alla moda l’etichetta di seconda industria più inquinante al mondo. In Europa c’è chi ci prova da anni: tra riciclo, estensione del ciclo di vita e prodotto come servizio. 

 

Dal 1993 la svedese Filippa K è tra le aziende di riferimento della moda sostenibile e circolare. Come sostiene, infatti, la sua fondatrice Filippa Knutsson “Ispirato ai miei bisogni, ho costruito un marchio che abbia sostanza e verità e che non sia dipendente dai trend superficiali dell’industria della moda”. Le collezioni e i modelli di Filippa...

Per leggere gli articoli completi è necessario essere abbonati: acquista l'abbonamento qui
se sei già abbonato