Materia Rinnovabile numero 16 / maggio-giugno

Acqua vs carbone, la sporca guerra del Sudafrica

di Emanuele Bompan

In Sudafrica cadono solo 490 millimetri di pioggia l’anno, ma l’economia è strutturata come se ci fosse grande disponibilità idrica. Le contraddizioni di un paese dove per estrarre una tonnellata di carbone servono 10.000 litri di acqua e centinaia di migliaia di litri al minuto sono usati per raffreddare le turbine delle centrali elettriche. Mentre in molti villaggi gli abitanti hanno a disposizione solo tre litri e mezzo d’acqua al giorno ciascuno. 

 

Foto: Fausto Podavini

Ricerche: Marirosa Iannelli

Immagine in alto:
Witbank. All’interno di una miniera di carbone una donna raccoglie del carbone per uso personale. Il carbone è l’unica risorsa per le persone del posto.

 

“Sai cosa significa essere vicino a una centrale...

Per leggere gli articoli completi è necessario essere abbonati: acquista l'abbonamento qui
se sei già abbonato

Iscrizione alla Newsletter