Materia Rinnovabile numero 10 / maggio-giugno

Non possiamo perdere il mare

di Ilaria Nardello

Ad aprile di quest’anno, a Londra, The Economist ha ospitato Fishackathon, un piccolo evento parte di una serie di iniziative che mirano a sensibilizzare l’opinione pubblica sui problemi della pesca. Nel suo intervento, il corrispondente per l’ambiente dell’autorevole settimanale ha snocciolato, come perle di un rosario, tutte le gravi questioni che pesano sulla condizione dei nostri mari. Ognuna meriterebbe una esposizione dettagliata – e risulta evidente che la salute degli oceani ha conquistato la ribalta sulla scena mondiale – ma alcuni paesi sembrano essere particolarmente insensibili a questi argomenti.

Nello stesso mese di aprile, in Italia, si è tenuta una consultazione pubblica, un referendum, relativa ai diritti di trivellazione delle società minerarie di petrolio e gas in possesso di concessioni per lo sfruttamento di giacimenti posti entro le 12 miglia dalla costa. 

Il referendum è stato indetto su iniziativa di alcune regioni costiere italiane, in...

Per leggere gli articoli completi è necessario essere abbonati: acquista l'abbonamento qui
se sei già abbonato

Iscrizione alla Newsletter