Materia Rinnovabile numero 08 / gennaio-febbraio

L'insostenibile pesantezza delle fabbriche di cibo

di Gianfranco Bologna

3.000 miliardi di dollari annui, una cifra imponente superiore al Pil della Gran Bretagna: indica i costi ambientali derivanti dalle pratiche agricole intensive e industriali utilizzate ogni anno nel mondo. È lo sconcertante dato che emerge dallo studio pubblicato dalla Fao (Natural Capital Impacts in Agriculture. Supporting Better Business Decision-making), con la collaborazione dei consulenti di Trucost, un team di specialisti dedicato a fornire supporto a compagnie e investitori per comprendere i riflessi delle problematiche ambientali nei termini del mondo del business.

 

Ma lo studio, oltre a stimare i costi ambientali causati dalle pratiche della produzione alimentare insostenibile, indica metodi per avviare approcci alternativi all’agricoltura intensiva in grado di fornire risultati migliori dal punto di vista ambientale e del valore economico totale dell’attività agricola. Esiste, infatti, una vasta gamma di possibilità concrete per...

Per leggere gli articoli completi ├Ę necessario essere abbonati: acquista l'abbonamento qui
se sei già abbonato

Iscrizione alla Newsletter