Materia Rinnovabile numero 5 / agosto

Le frontiere del riciclo

di Stefano Ciafani

Sembra passato un secolo da quando nel 1996 Milano fu sepolta da decine di migliaia di tonnellate di rifiuti in strada per lo stop alla discarica di Cerro Maggiore. Oppure dal 2002 quando in Campania esplose l’emergenza rifiuti partita col sequestro delle discariche di Tufino (Na) e Parapoti (Sa). Oggi l’Italia può raccontare una storia diversa. Quella dei 1.520 Comuni ricicloni premiati per aver superato nel 2014 il 65% di raccolta differenziata. Quella dei 356 Comuni che oltre a essere ricicloni hanno prodotto lo scorso anno anche un quantitativo pro capite residuo minore di 75 kg.

Le esperienze più virtuose non sono più solo tra i piccoli Comuni settentrionali: basti pensare ai 145 Comuni ricicloni della Campania (circa il 10% del totale nazionale) o ai 104 delle Marche (regione ormai vicina alle performance del Nord Est). O alle raccolte differenziate di poco inferiori al 65%, ma comunque molto significative, di Salerno, Andria o Cosenza. E poi come non...

Per leggere gli articoli completi è necessario essere abbonati: acquista l'abbonamento qui
se sei già abbonato

Iscrizione alla Newsletter