Materia Rinnovabile numero 1 / novembre - dicembre

Cambiare il rapporto tra l'economia, il territorio e le persone

di Catia Bastioli

La sfida che ci sta di fronte, quella per far ripartire l’economia, è una rivoluzione industriale che rovescia il rapporto con il territorio che ha prodotto la sindrome Nimby. Per oltre due secoli abbiamo assistito a una corsa a impianti sempre più grandi, con l’ambiente ridotto al ruolo di miniera e di discarica, con un inquinamento crescente, con una contrapposizione sempre più evidente tra lavoro e salute. Ancora oggi paghiamo pesantemente questa eredità; è arrivato il momento di voltare pagina non solo diminuendo l’inquinamento delle produzioni, ma ripensando il sistema produttivo per integrarlo con il territorio.

Questo vuol dire che non si può più progettare lo sviluppo a tavolino, con formule anonime da replicare, con poche varianti, in tutto il pianeta. La bioeconomia, l’economia che integra le risorse della biosfera e quelle dell’ingegno umano, si fonda sulla conoscenza e sul rispetto del territorio e delle sue particolarità. Solo una conoscenza profonda delle...

Per leggere gli articoli completi è necessario essere abbonati: acquista l'abbonamento qui
se sei già abbonato

Iscrizione alla Newsletter