Materia Rinnovabile numero 4 / giugno

Pellicole commestibili? Le hanno inventate le zucchine!

di Federico Pedrocchi

Non vi è dubbio che una specie che si nutrisse di spazzatura sarebbe una magnifica soluzione per l’economia circolare. Può essere l’obiettivo di un darwinismo progettato? Temo che da più ambiti della ricerca ci arriverebbe un segnale negativo, anche perché il dato centrale è che l’evoluzione delle specie è di una lentezza scoraggiante e prima di arrivare a mangiarsi i cellulari sostituiti da quelli nuovi (uno dei più gravi e moderni problemi in ambito rifiuti) potrebbero passare 2 milioni di anni. Bisogna fare qualcosa prima. 

Ecco, potremmo mangiarci i contenitori del cibo. Progettandoli commestibili, naturalmente. Ci sono risultati interessanti con contenitori di acqua minerale a base di alghe. Una direzione che potrebbe dare grandi risultati, e che ha già fornito ampie verifiche sperimentali, è invece quella delle pellicole edibili per avvolgere i prodotti da forno, come le tanto diffuse merendine....

Per leggere gli articoli completi è necessario essere abbonati: acquista l'abbonamento qui
se sei già abbonato

Iscrizione alla Newsletter